La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

D. Gamberoni, R. Ceffa S.C. di Ortopedia e Traumatologia Università del Piemonte Orientale A. Avogadro A.O.U. Maggiore della Carità NOVARA LE FRATTURE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "D. Gamberoni, R. Ceffa S.C. di Ortopedia e Traumatologia Università del Piemonte Orientale A. Avogadro A.O.U. Maggiore della Carità NOVARA LE FRATTURE."— Transcript della presentazione:

1 D. Gamberoni, R. Ceffa S.C. di Ortopedia e Traumatologia Università del Piemonte Orientale A. Avogadro A.O.U. Maggiore della Carità NOVARA LE FRATTURE DEL CAPITELLO RADIALE CLASSIFICAZIONE E TRATTAMENTO (LA SINTESI)

2 EPIDEMIOLOGIA 1,7-5.4% tutte le fratture 20% fratture al gomito Età: 20-60aa nell85% casi F:M = 2:1 Morrey BF, The Elbow and its disorders, 2000 Lesioni ossee associate: 12,4% 5%-10% associate a lussazioni del gomito Pan WT, 1997; Kaas L, 2010

3 FISIOPATOLOGIA (il capitello non è più stabilizzatore) Caduta con braccio abdotto e gomito flesso 0-80° Stress in valgo-pronazione con possibile rottura LCUM e frattura olecrano e/o coronoide Impatto del capitello sul capitulum humeri e sua frattura Lussazione postero-laterale con rottura LCUL Possibile rottura della membrana interossea e instabilità assiale dellarticolazione RUD Elevata percentuale di lesioni associate Itamura, 2005 ; Van Riet-Morrey, 2008

4 Dalla letteratura: criteri precisi di approccio per la PREVENZIONE delle complicanze al GOMITO Drenare subito gli ematomi Operare entro le 72 ore Riparare le lesioni legamentose Effettuare una sintesi ossea anatomica e stabile Drenaggio in aspirazione per ore Garantire lanalgesia post-operatoria con catetere perinervoso Mobilizzare precocemente anche con FEA o macchina CPM In fase riabilitativa preferire la mobilizzazione attiva assistita

5 Comunque % di complicanze RIGIDITÀ (anche per lesioni semplici) Contrattura Capsulare Ossificazioni Eterotopiche (HO) Viziose consolidazioni PSEUDOARTROSI INSTABILITÀ 2011

6 CLASSIFICAZIONI Mason, 1959 Johnston, 1962 Charalambous- Stanley, 2011

7 CLASSIFICAZIONI Hotchkiss, 1997 Tipo I Fr. testa o collo o minima scomposizione e assenza di blocco in prono-supinazione Scomposizione articolare < 2mm o fr. solo del margine testa Tipo II Fr. scomposta >2mm testa o collo (angolata) Blocco meccanico Fr. Non solo del margine Tipo III Grave comminuzione della testa e del collo Osteosintesi impossibile (criterio rx e intraoperatorio)

8 CLASSIFICAZIONI Morrey, Le lesioni associate Classificazione primaria Fr. semplice = senza lesioni associate Fr. Complessa = presenza di lesioni associate Classificazione secondaria Fr. Tipo I, II, III sec. Mason Lesione LCUM (M) Lesione LCUL (L) Lesione articolazione radio-ulnare distale Essex-Lopresti (D) Frattura coronoide (C) Frattura olecrano (O) Studio TC 3D e/o RM

9 LESIONI ASSOCIATE FRATTURE CARPALI FRATTURA - LUSSAZIONE CAPITELLO RADIALE SIMILE LESIONE DI MONTEGGIA

10 ALGORITMO DI TRATTAMENTO delle fratture di capitello radiale COMPOSTA: breve immobilizzazione (15-20gg) e mobilizzazione precoce SCOMPOSTA / COMMINUTA >1/3 superficie articolare / >2mm separazione-affossamento Anziano / artropatie scarse richieste funzionali: Larticolazione è stabile? ( Kumar 2012; Ring, 2008; Morrey 2000, Furry 1998) Giovane: Frammenti sintetizzabili ? Osteosintesi possibile nella «safe zone» ? Possibile la mobilizzazione precoce ? RESEZIONEPROTESI +/- Ricostruzione legamentosa SìNo RIDUZIONE / SINTESI +/- innesto osseo collo +/- ricostruzione legam. +/- fissatore esterno articolato Sì No Larticolazione è stabile? Sì No RESEZIONE PROTESI +/- ricostruzione legamentosa

11 APPROCCI Preservare il LCUL e proteggere il NERVO INTEROSSEO POSTERIORE Kocher (postero-laterale): fra EUC e Anconeo Kaplan/Thompson (antero-laterale): fra ECD ed ERLC-ERBC Limitarsi alla tuberosità bicipitale e non trazionare molto i divaricatori!

12 TECNICA CHIRURGICA Safe zone! Incisura sigmoidea Smith, 1996; (90°laterale ); Caputo, 1998 (fra stiloide radiale e T. di Lister)

13 ACCESSO

14

15 RESEZIONE

16 MEZZI DI SINTESI 2mm titanio Acumed Synthes Medartis Smith Nephew Variabilità angolo cervico-cefalico e raggio curvatura

17 SINTESI

18 VALUTAZIONE DELLA STABILITA

19 1982 Maschio di 32 anni Ufficiale pilota in servizio allaeronautica militare Catapultatosi dal velivolo incendiato al decollo Frattura complessa di ulna e capitello radiale Dopo 8 mesi: abilitato nuovamente a pilotare aerei supersonici

20 CONCLUSIONI Losteosintesi del capitello radiale è una chirurgia funzionale che necessita di unaccurata valutazione clinica e strumentale del gomito nella sua complessità al fine di ottimizzare i risultati. Non sempre il quadro radiografico corrisponde a quello clinico e alla soddisfazione del paziente.

21 Grazie


Scaricare ppt "D. Gamberoni, R. Ceffa S.C. di Ortopedia e Traumatologia Università del Piemonte Orientale A. Avogadro A.O.U. Maggiore della Carità NOVARA LE FRATTURE."

Presentazioni simili


Annunci Google